polvere di stelle scadute

16 Nov

Come va?”chiede lo sfregiato prigioniero di un vestito troppo elegante per lui.

“Bene”Risponde il tizio magro ,l’aria di uno che non si divertirebbe nemmeno se lo condannassero all’inferno con Totò e Jerry Lewis.

“Si,quanto pare qui stanno tutti bene.Con chi sei?”Domanda un sempre più imbarazzato macellaio dei diritti umani al nuovo ,al pischello del gruppo.

“Con quella tizia che sta seduta in fondo,accanto a coso…”Bofonchia, la voce stanca e distante, il puero della situazione.

“Ah,l’attrice..Come si chiama,quella vedova no?”

“Si,lei”

“Brutta storia”

“Si,brutta e anche banale”.

“Un incidente,non sbaglio?”

“Non credo”

“Sai cosa?Vedi questa cicatrice?Me la sono procurata quando facevo lo sbirro.Bè,non ho prestato attenzione e mi hanno tagliato la faccia.Quel tipo non ha fatto attenzione ai freni,si vede”Spiega cercando una certa adesione cameratesca lo Sfregiato.

“Pare.Aveva il vizio e l’amore per le corse veloci.E gli sport estremi.Così li ho conosciuti.”Dice il magro.

“Anche tu sbirro?”

“Come è piccolo il mondo?Dovunque vai incontri o ladri o sbirri”

“Già,ma se incontri i ladri è facile che ti facciano fare un giro nell’alta società.No?”Aggiunge Scarface accompagnando la frase con un gesto del braccio come per abbracciare tutto il locale.

“Dipende.Chi accompagni tu?”Chiede il ragazzo

“Vedi quello”L’uomo indica un vecchio grasso dagli occhi viscidi.

“Oh,cazzo!L’Imperatore!Il Signore della merda e della tv”

I due uomini ridono.

Poi lo Sfregiato riceve una telefonata.Si allontana,parlotta un po’ concitato e poi si dirige verso il grassone laido.Pare che lo Sfregiato sia Babbo Natale in versione tamarra,e che porti regali per i pervertiti del locale.Infatti il notissimo signore della merda e della tv si alza,saluta distrattamente i patetici leccaculi-avanzi di palestra e di vite andate male- e si muove verso l’uscita.

Il Magro rimane solo.La sua cliente è ancora in lutto,ma pensa che non lo rimarrà a lungo.C’è un produttore che le gira intorno.Dopotutto è pressoche negata anche se ha avuto delle clamorose fortune televisive.Si è data da fare pure con certo film d’autore o presunto tale,ma la storia da drammatica diventava il festival delle risate quando entrava in scena lei.

Ricorda quando aveva consociuto il marito,almeno pensa sia quello il giorno e l’evento che aveva cambiato la sua vita, era stato scaricato con una pedata in culo dalla polizia.Cosa aveva fatto?Bè ,le sue mani avevano colpito più di una volta un tizio che ,buon per lui,oltre che spacciatore e criminale aveva solide amicizie importanti.Capita,non si lamenta.Doveva farlo e l’ha fatto convintissimo di fare un servizio ai cittadini.

Bè,durante una giornata passata a lanciarsi con il paracadute aveva conosciuto questo tizio.Noto per un programma tv di grande successo popolare,che cercava con ostinazione e volontà di trasformarsi in attore serio.Simpatico.Dopo alcuni incontri gli aveva chiesto di badare alla moglie.C’era un tizio,un fan o una cosa simile che la importunava.Un povero sfigato,un segaiolo tristissimo,che ancora sta a delirare in qualche manicomio o roba simile.Era nata anche una bella e profonda amicizia tra loro.Eccolo quindi a servizio permanente:24 su 24.Non male se non fosse per i coglionazzi e le stelline che doveva sopportare.I suoi padroni-amici erano decisamente meglio,ma difficili da distinguere in mezzo a quel nulla.Ora da sbirro e guardia del corpo è finito a fare da baby sitter alla piccola della coppia.Si è scoperto portato per avere una figlia o un figlio.Adora passare il tempo con la bambina.La tratta quasi da adulta,e questo a lei piace.Parlano molto e giocano.Si sente meno solo rispetto al suo carattere malinconico e pessimista che spesso lo ha portato ad abbandonare amici e donne.

La festa continua:lo sfarzo decadente degli sconfitti.Vino,balli,risate,tutto come se volessero mostrare prima di tutto a loro di essere vivi.Non lo sono.Lui lo sa.

“Come è andata?”Domanda la donna al suo accompagnatore

“Cosa?”

“La serata”

“Mah…Come le altre”

“Doveva venire Michi”

“Mmm.”

“Oggi parlava con Lo Cascio,Mimmo.Questa è la svolta alla mia carriera,capisci?Deve girare un film sul risorgimento… O rinascimento?”Si interroga la ragazza

“Non lo so.Cioè,di cosa …”

“Parla?”

“Si”

“Niente,una cosa storica.Tipo che son sbarcati questi mille o roba simile.Una storia d’amore tra un giovane soldato del nord e una donna che ha il marito soldato dei borboni.Parla in modo scorretto,quanto pare,dell’Unità di Italia”

“Unità?Conosco solo il giornale che leggeva mio nonno.Era comunista”

“Poverino,mi dispiace”Esclama lei come le avessero detto che il baldo giovanotto fosse malato terminale.

“Mi hanno chiamato Palmiro,come Togliatti.Mia sorella Teresa,come la Noce.Bè,erano fisse loro.Dicevi che questo film..”

“Si,quanto pare la sceneggiatura è pronta.Un film tipico per la Tango Movie di Michi.Li hai visti i film prodotti da lui,no?Non è roba leggera,banale,italiana.Lui pensa in grande,fa film di un certo impegno.Sai quante pellicole prodotte da lui hanno vinto a Venezia?”Chiede lei

“Troppe”Mormora l’uomo

“Cosa hai detto?”

“No,dicevo…Tante!Tutte meritevoli”

“Si,insomma questo film…Se ne parla da un paio di anni ,ora pare andrà in porto.Ci saranno tanti nomi importanti”

“Buy?Orlando?Botta di gioventù: Mastrandrea e Germano?”

“No,no.Si parla di nomi stranieri e anche italiani.Si c’è Germano.”

“Che parte fa?”

“Il soldato nordico”

“Mastrandrea?”

“Forse Radesky”

“Che?”

“Si,perchè Lo Cascio vede la storia come tormento sentimentale,esistenziale.Ecco perchè rappresentare Radesky come un vecchio incarognito?Magari era uno che soffriva per amore.No?”

“Ma cosa cazzo c’entra con i Borboni!”

“Palmiro,Palmiro..Lo so,per te che non sei artista è difficile comprendere!”

“Sai Alberto che avrebbe detto?”

“Me cojoni!”Risponde la donna ridendo.Gli occhi diventano umidi e il labbro trema,ancora forte il ricordo del marito.

“Scusa”

“No,niente.Era un uomo davvero buono,sai?Ha cercato come me di fare altro.Migliorarsi.L’hai mai visto a una festa come questa?”

“No”

“Ecco…Sui blog,in giro,si sparla sempre di noi.Ci vedono come parassiti che guadagnano e non fanno un cazzo.Anzi,peggio:non sono niente.Solo un branco di scemi e troietta senza talento.Oh,dio…Non che non risponda necessariamente al vero!L’hai vista stasera la signorina Clayton?Abbandonata dal famoso regista e produttore era tra quelli che cercava di avere un appuntamento con L’Imperatore,vecchio porco e pervertito”

“Ho visto tanti corpi agitarsi e tante bocche aperte nello sforzo di ridere.Non ricordo altro”

“Già,e io che ci facevo?Una tizia ,una ..Pupa o una cosa simile,ha pure fatto dell’ironia sui film che ho fatto.Insomma,i miei hanno un messaggio..Qualcosa.Non hanno avuto successo,ma mi sono impegnata a fare delle pellicole con una storia,una morale”

“Si.Michi però non è venuto”

“Già”Risponde lei amareggiata.

Poi riprende:”Questo è un lavoro,un circolo vizioso.Non per forza dobbiamo essere tutti scemi o inutili perchè si compare sui giornali di gossip.La gente che ne sa?”Polemizza la donna

“Eh,già!La gente che ne sa”Risponde lui e pensa al padre,operaio,morto perchè la fabbrica chiuse e nessuno assumeva un cinquantenne.Meglio suicidarsi.

 

 

La giornata comincia male per l’ispettore Leonardo Bettini.Niente di particolare,ma il suo sesto senso sbirresco lo sta informando cortesemente che questo caso sarà garanzia di guai a non finire.E Bettini detesta i guai.

” ‘giorno ispettore”lo saluta il commissario De Laurentiis

“Buongiorno”

“Un bambino,dieci anni al massimo.Un zingarello,o uno di quelli là”

“Come è morto?”

“Strangolato.Ci sono segni di corda evidenti sul collo e sulle mani.”

“Merda”

“Già,bel mondo vero?Quanto pare la morte risale alla notte scorsa.O meglio mattina prestissimo :una o due”

L’ispettore guarda gli uomini della scientifica,gli agenti,il magistrato accorso sul luogo,e l’immancabile carovana di giornalisti e tv.Poi guarda il cadavere:un bambino non italiano.Brutta fine la sua.Immeritata.

“Immagino che sarà un caso molto seguito anche da loro,vero?”Chiede al commissario,indicando la troupe televisiva

“Per questo ho il mio vestito migliore”Risponde il collega sorridendo.

 

 

“Non dovevate farlo scomparire quel cadavere?”Lo Sfregiato è incazzato nero.

“Ti dico che è sbucata questa macchina del cazzo che ci ha illuminato in pieno.Abbiamo dovuto mollare il cadavere e scappare”Spiega l’agente Spina

“Non ti preoccupare,però!Ho preso parte della targa.Non ci scappa”Dice l’agente Cotrone.

“Ah, non mi devo preoccupare?E perchè?Magari perchè hai intenzione di spargere altro sangue e casino in giro per l’Italia?”Domanda sarcastico Scarface.

“No,non so..Ma non ti preoccupare.”Ribatte in tono sprezzante il poliziotto.

 

 

L’avevano visto?L’avvocato Sanna si danna l’anima!Mortacci sua e della sua voglia di carne fresca e giovane,possibilmente africana.Aveva preso tutte le precauzioni possibili e immaginabili.La macchina era del suo cameriere e autista romeno.Sarebbero risaliti a lui,ma se quello avesse parlato?Sai come sono quel branco di stranieri.

“Avvocato Sanna?”La domanda o forse il sentire nominare il suo nome lo strappa dai suoi pensieri.Lo studio televisivo di Italia chiama,il giornalista Duccio Conti,cameramen,pubblico in studio.

“Si,stavo pensando a quanto sia importante questo processo.Non solo perchè abbiamo a che fare con un pezzo grosso ,se possiamo usare codesto termine,della nostra politica,ma anche perchè il principale imputato:l’imprenditore Pacelli è notissimo negli ambienti finanziari di tutto il mondo.Il fatto che le prostitute siano tutte minorenni,ecco…Ci fa comprendere che tipo di Paese siamo diventati.La morte della morale,dei comportamenti dignitosi per sè stessi e verso la Società,questa mancanza di etica,virtù.Questo quindi è sicuramente un processo per giudicare crimini specifici,ma non solo.”

“Lei quindi dice che la questione morale,di berlingueriana memoria,sia il motore principale della riscossa politica nazionale?”Chiede il giornalista.

“Si.Vengo attaccato e accusato di moralismo,ebbene sono felice di esserlo.La nazione ha bisogno sicuramente di moralità.”

La sua era assente la notte scorsa quando ha pagato giovanissime schiave del sesso.

“Ottimo intervento in tv.Ho sentito il Segretario …Quanto pare per queste elezioni nazionali abbiamo un buon nome da spendere contro quel porco puttaniere e affossatore dell’Italia”Il giornalista Erminio Sassi decano del giornalismo democratico e sionisticamente corretto lancia l’ipotesi di candidatura a Sanna,godendosi l’effetto di quella sua uscita.

“Ringrazia Samuele.Ora sono impegnato in questo processo,che ripeto è sicuramente legato a fatti incresciosi in termini giuridici,ma anche e sopratutto una condanna,come spero sia,di questa nostra nazione scivolata nella cialtroneria,nella decadenza,nella morte per assassinio dell’etica.”Pontifica Sanna

“Si,ieri sera vedendo Fazio e Saviano mi rincresceva per quelli che guardano solo la De Filippi.Ecco questi italiani se lo meritano un Giovanni Busecca come presidente del Consiglio.Questa italia così cafona,che tanto dovrebbe imparare dalla Francia,ad esempio”Dice spocchiosamente la moglie dell’avvocato ,ricevendo garbati risolini e signorili battimano in cambio di questa sua arguta disquisizione.

“Già un livello di cafoneria e cialtroneria davvero poco soportabile.Dice bene lei,se non ci fosse Travaglio?Però è anche vero che il popolo italiano è questo ,non altro. Non siamo,come dice giustamente lei,francesi o meglio ancora inglesi.

D’altronde nei paesi seri come L’america o l’Inghilterra,l’opinione pubblica e la Stampa hanno un loro peso.Qui,non mi faccia dire nomi,ma escono certi giornalacci”Continua il vecchio giornalista impettito contro l’italietta che ahimè non è a sua immagine e somiglianza.

“Manca la morale…Si,penso che l’etica debba arrivare prima di tutto.Invece,in questa indagine sopratutto,ho visto come siamo eccessivamente erotizzati.Come il sesso sia diventata quasi una malattia,più che un piacere.Quelle ragazzine…Non so come descriverle e nemmeno gli uomini coinvolti.Mi accusano di moralismo,perbenismo.Ecco,ne sono lieto!Sono un uomo e non un maiale,un malato,vittima della sua arroganza machista e del bisogno di pagare.La prostituzione dovrebbe essere debellata!”Tuona l’avvocato Sanna.

Appluasi e fischi più richieste di bis da parte dei due stronzi democretini di famiglia. L’avvocato sorride,ma da qualche parte c’è un uomo,un maiale puttaniere come lo chiamerebbe,che ha visto due uomini scaricare il cadavere di un bimbo in una zona frequentata da giovanissime prostitute di colore.Per un momento lo schifo e la pietà per sè stessi lo fa sentire male.

 

Bettini ama la cucina cinese.Ogni sera va al suo ristorante preferito,anche perchè sotto casa,e per un po’ si sente libero dal peso di difendere il mondo dalle brutture e dalla violenza.De Laurentiis è un provincialotto nato , che non mangia nulla a parte la cucina italiana,tuttavia per far un favore all’amico si ritrova alle prese con involtini di gamberi e riso al curry.

“Un brutto caso,questo.”Dice De Laurentiis mostrando la prima pagina del Messaggero con il volto del giovane rom assassinato.

“Si,si ho visto.Già ci stanno insegnando il mestiere in tv.Ci danno indizi,informazioni,ci spiegano il come,il dove,il perchè.Ora che sanno che è stato anche violentato,ehhh!Ci vanno pazzi per questo”Ironizza Bettini

“Devono fare informazione,la società civile deve sapere..”Giustifica il commissario

“Si,si devono sapere.E allora che questa libera stampa spieghi il colonialismo che da linfa vitale alle nostre democrazie,o delle deviazioni finanziarie.No!Questo non lo fanno.Un povero bambino,invece :è informazione!Il sesso..il sesso..Niente altro.Fatti piccanti e peccaminosi,che eccitiamo il popolino”Si arrrabbia l’ispettore

“Ma no,ma no!Comunque come sono venuto in tv?”Chiede il commisario

“Come sempre .Da quanto tempo ti conosco?Trenta e passa anni:la solita faccia da paraculo!”

I due uomini ridono,ma il commissario pensa che un trasferimento in Barbagia per l’ispettore ci potrebbe anche stare.

 

“Oh,finalmente!Sei arrivato! Dai dammi subito la roba”L’ex ragazzo terribile del Gf ora ridotto a un patetico tossico abbandonato anche dalla solitudine,è impaziente di ricevere la sua dose di eroina.

“I soldi”Dice con calma Palmiro

“Cosa?”Ribatte con stizza il fallito

“Hai presente quei pezzi di carta con quel bel colore verde stampato sopra?i soldi:trecento euro.Oppure posso sempre darla a qualcuno che non mi fa perdere tempo”

“Si..Si,ce li ho”Rimane fermo

“Guarda che non stiamo mica giocando alle belle statuine.Tu sgancia il grano,il nogra e io ti do la droga”

“Il nogra?Ahahahahha!Mauro di Francesco,Jena in Ras del Quartiere.Bel film,sai volevo fare il remake.Sono un tipo giusto per quel cinema divertente.Avevo anche avuto dei contatti importanti,te l’ho detto?Dovevo fare il nuovo film di Neri Parenti!”

“Si,nuovo dieci o dodici anni fa.Ora è già nell’ospizio dei film che si caga addosso.Senti dammi i trecento”

“Eccoli!Prendili,cazzo!”L’ex ragazzo “teribbbile”getta maleducatamente i soldi in faccia a Palmiro

L’uomo li raccoglie con indifferenza e li mette in tasca.

“Girati”

“Oh,dai Palmiro!Perchè non vuoi che veda dove tieni la roba?”

“Me ne vado?”Domanda a bassa voce l’uomo

“No,ok..ok..Questa è l’ultima volta sai?Poi la tua droga del cazzo la potrai vendere a quelle mezze seghe di falliti,quelli dei reality e cose simili.Bello,io ho tra le mani una cosa che mi renderà ricco”

“Si?Buon per te”Risponde distrattamente Palmiro.

“Si,ricco e tutti ritorneranno a invitarmi a gratis nei locali.Quanto mi piaceva cazzo!”

Palmiro non sente questa ultima chicca del tossico,sta già scendendo le scale verso una nuova cliente

 

 

“Ti hanno seguito?”Chiede la ragazza allo spacciatore

“No”

“Sicuro?”

“Sicuro”

“Sai..Pensano tutti che io sia in America,perchè va bene che non sono più con Clayton,ma ecco…Tutti pensano che sia ancora là”

“Se ti hanno vista alla festa di martedì scorso.Stavi a leccare il culo all’Imperatore”

“Come?”Davero”?”

“Eh,certo che te lo dico a ‘ffa?”

“Che figura di merda.Si,ma è stato gentile.Forse entrerò nel cast di un nuovo reality.Son pure sempre soldi”

“Contenta te”

“Mi devo girare,così non vedo dove tieni la droga?”

“Perspicace”

La ragazza si gira.Poi lui la chiama e le dà la bustina con la droga.

“Sai che ti ho vista in quel film?”Dice Palmiro mentre sale sulla sua macchina

” “Danger”?Era un ottimo film drammatico.”

“Era drammatico?Io ho riso tutto il tempo.Specialmente quando recitavi tu!”

“Vaffanculo!Almeno ho fatto un film campione di incassi,con Matt Damon e Brad Pitt!Cosa cazzo ha fatto quella troia della tua padrona?Non ha nemmeno i soldi per pagarti e tu sei talmente cretino da volerle produrre un film.Siete due falliti del cazzo!”La ragazza è a dir poco incazzatissima.

Palmiro scende dalla macchina e la prende a sberle.Lei cade in ginocchio piangendo

“Smettila ,quando fai la parte della tizia che piange sei ancora più cagna del solito”

“Fanculo” dice lei smettendo di frignare e alzandosi in piedi.

 

Margherita è nervosa,il suo Michi non si fa sentire.Quel film di Lo Cascio,sa che è la sua svolta importante e definitiva.Al telefono lui si nega,dicono che sia in viaggio,ma non sa dove. Su Rai Movie trasmettono un suo film,dove lei recita la parte di una donna con problemi di droga alla quale portano via i figli.Una cosa bella e impegnata,con un messaggio.Purtroppo un fiasco totale,recitato da cani e diretto da un presuntuoso di infimo livello.

Palmiro entra,la saluta.Va dalla bambina che lo aspetta sveglia.

“Ciao”Dice l’uomo

“Ciao,ti ho aspettato.La mamma non può leggermi la favola,perchè sta aspettando una telefonata.Me la leggi tu”Domanda la bambina.

Palmiro prende la copia de Il Terzo Uomo di Graham Greene e legge la storia di Rollo ed Henry.

Più tardi torna in salotto.La donna è seduta sul divano ,lo sguardo assente.Stanca.

“Ciao,ehm…Stasera Michi mi aveva detto che ha ricevuto notizie sul film”Mormora a bassa voce,sconfitta,lei.

“Bè,sai come è?Ha tanta beneficienza da fare.Non c’era la serata Emergency oggi,per Misurata o roba simile?”

“Si,o no?Forse era a cena con Allegra per parlare del programma che passa su La7.Credo”

“Bè,si farà sentire.Non temere”

“Si…Ascolta,non ho ancora i soldi.Che facciamo?Cioè..sei un amico di famiglia,sai!Alberto e Francesca si son così legati a te…E anche io,ma ecco…”

“Non ci pensare,so come mantenermi.Devo pensare a voi,l’ho promesso ad Alberto.Gli ho dato la mia parola.”

“Uomo di parola?L’hai detto alla WWF,sei messo peggio del Panda!”Ironizza amaramente lei.

 

La giovane poliziotta aspetta che arrivi l’agente Spina.Un tipo assai fascinoso,quasi un tronista per intenderci.Per questo lei si è data da fare per trovare la targa completa della macchina ricercata da Spina.

“Hey,Maria!Ciao,mi hai portato …”Spina non finisce la frase

“Si,ecco.C ‘ è tutto. Nome e indirizzo del tipo”Risponde eccitata la ragazza.

“Grazie.Dai,andiamo a bere qualcosa.Lascia qui la tua macchina,andiamo con la mia”

“Ah,si aspetta che prendo la borsa”Mentre lei si gira per andare a prendere la sua borsa,lui le mette un fazzoletto pieno di coloroformio sulla bocca.Poi la mette in macchina,lega un tubo allo scarico della macchina e lo porge all’interno.Accende il motore e sta fermo,tranquillo a vederla morire.

 

Il giorno dopo la notizia del suicidio della giovane agente di polizia appare nelle pagine della cronaca interna.Nessuno presta attenzione.

Nicolaij si sveglia da un sonno che non riesce a ricordare.Cosa è successo?Un locale spoglio e degradato,un forte odore… forse sangue,ma non riesce a comprendere bene.

Davanti a lui due uomini alti e robusti e uno a viso scoperto:sfregiato.

” Quindi è lui?”

“Si”Risponde Spina allo Sfregiato.

“Un romeno del cazzo.Sapete ,forse abbiamo risolto tutto il casino”

Il romeno è spaventato,cosa vogliono quei tipi da lui?

Non lo saprà mai,perchè i tre amigos simpaticamente gli sparano .

 

Bettini è contento:caso risolto.Brillantemente due agenti di polizia durante un sopraluogo in alcune baracche popolate di clandestini avevano trovato l’uomo responsabile del delitto.Un romeno. Lo straniero aveva subito attaccato i poveri sbirri e loro lo avevano eliminato.

Si,a ben vedere mica quadra tanto la storia.Era pure venuto un fratello della vittima a dire che il morto era un onesto lavoratore.Faceva il giardiniere per l’avvocato Sanna.Che poi avvocato,era un pubblico ministero,ma vabbè la gente semplifica sempre un casino.Comunque,quel tipo sosteneva che il fratello non era mai stato in quella zona,che non aveva mai molestato nessuno.

Potevano anche crederci,ma la televisione aveva già pompato la notiza assicurando l’happy end e ore ed ore di sociologia spicciola e razzismo in salsa padana o in salsa paternalista democratica.

Leggi speciali e altre cazzate,si magari avrebbero potuto valutare meglio quella storia,ma era una storia e di buono ha che essa un finale ce lo deve pur sempre avere.Quel finale andava benissimo.

 

“Nicolaji!Un assassino di bambini e un losco puttaniere?Ma come puoi ascoltare queste scemenze e non dire o peggio fare nulla?”Dica Angelica,la moglie del pubblico ministero Sanna.

“Non sappiamo mai le persone che stanno con noi chi sono veramente.Cosa sapevamo di lui?Veniva a mettere a posto il giardino,ma non diceva nulla.Come fai a sapere che non è stato lui a uccidere quel bimbo?”Si difende l’uomo.

“Non lo so,ma penso di conoscerlo abbastanza bene.Lavorava qui da noi già da dieci anni.Magari il fratello,non mi hai detto che lavorava per la polizia politica comunista,di quel bastardo di Ceausescu?”

“Si,quanto pare:per la securitate o come si chiamava.Fa il muratore ora ,o una cosa simile.”

“Bè,telefono a Sassi.La stampa è l’unico rimedio a queste ingiustizie!”Dice lei

“Ingiustizie?Ma cosa…No,poi cosa lo disturbi.Oggi è cena da Franco il suo ghostwriter di fiducia.”

“Dobbiamo fare qualcosa.Altrimenti facciamo la figura della solita coppia della buona borghesia :egoista e razzista.Ne va della nostra nomea di gente liberale e democratica,non credi?”Insiste lei.

Lui si alza e si allontana sperando che non succedano altri casini.

 

Spina e Cotrone sono gli eroi del giorno.Stampa e tv se li contendono per avere la testimonianza dei bravi poliziotti che hanno eliminato il romeno.Non c’è bisogno di aggiungere cattivo,basta la cittadinanza.

Lo Sfregiato è casa dell’Imperatore della merda e della tv.Il grassoccio e viscido dittatore delle vite delle aspiranti stelline segue distrattamente il servizio.

“Bè,la storia fila liscia no?”Chiede Scarface

“Si..assolutamente”Risponde l’uomo

“Cosa succede?”

“Niente”

“Niente?”

“Niente”

“Quindi,il caso è chiuso.Per un po’ evita i ragazzini,ok?”

“Hanno un filmato ”

“Cosa?”

“Un filmato”

“Chi?”

“Dennis,sai il ragazzo terribile del Gf?Quello cinico e sciupafemmine,con vistosi problemi a mettere insieme un ragionamento lontanamente interessante?”

“Cristo ce ne sono tantissimi così.E non solo nel Gf.”

“Bè,è da moltissimo tempo che mi girava intorno.Voleva rientrare nel giro,ma ormai..Diciamo non interessa.Ecco,ieri mi ha telefonato.Ha detto che voleva il mio interessamento per un progetto cinematografico,vuole girare il remake del Ras del quartiere…”

“Ahahaahahah!Jena,Mauro De Francesco!Mitico film”Ride lo Sfregiato

“Cazzo ridi!Ti sto dicendo che mi propone questo progetto,dice:”Chiama Jerry Calà e offri la regia del remake”Perchè Calà ha diretto Vita Smeralda o roba simile e gli ricorda i bei tempi,quando tutti lo volevano.Dice che si commuove quando vede quel film.”

“Tu?”

“Io lo mando a fanculo.”

“Regolare”

“Certo,ma poi…”

“Ti parla del filmato”

“Si”

“Cosa dice?”

“Che ci sono dei filmati,non uno solo.Di me e altri del nostro ambiente.”

“Quanti sono?”

“I filmati?”

“Certo non quei froci di merda che ti inculi”

“Non lo so , tanti”

“Brutta storia”

“Bruttissima”

“Ti ha detto qualcosa in merito a quel ragazzino?”

“Mi ha descritto tutto per filo e per segno”

“Merda.Ti ha dato un’appuntamento?”

“No,ha detto che avrebbe telefonato di nuovo”.

 

La storia è tuttosommato semplice. Uno dei bracci destri dell’Imperatore è un vero figlio di puttana.Un fighetto arrogante che per hobby ha quello del ricatto.La sua idea era semplice:una telecamera nella stanza da letto del signore della tv e della merda,avrebbe fruttato molto.Ne parla con uno spompato aspirante tronista o roba simile.Questo una sera parla con alcuni amici al bar di questa storia e dei soldi che si potrebbero fare,dice che il braccio destro di quel vecchio fascio di merda è disposto a pagare bene il lavoro.Uno di questi dice che conosce un collega , è romeno e al suo paese anni e anni fa era una specie di agente segreto o qualcosa di simile.Ci vuole moltissimo tempo per convincere lo straniero ad accettare,ma alla fine quello cede.Ha un fratello che vorrebbe mettersi in proprio come giardiniere.Con la complicità di una cameriera che farebbe di tutto per sfondare nel mondo dello spettacolo e nell’attesa si fa sfondare da tutto il mondo dello show business,la telecamera è posizionata.Il fighetta si diverte così a ricattare alcuni personaggi dello spettacolo,tanto machi davanti alle telecamere quanto mici nell’alcova del vecchiaccio.

Dennis però smania,vuole rientrare e la sua vita va a rotoli.Una sera arriva in villa,ma non trova l’Imperatore.Non vuole vederlo,dice di mandarlo via alle sue guardie del cazzo.Proprio mentre cerca con malcelata dignità di andarsene dalla villa,viene avvicinato dala cameriera zoccola che gli consegna il nuovo nastro.

“Faremo il botto”Dice lei.

Una volta visionato il filmato e valutato quanti milioni di euro possa valere,Dennis decide di fare il passo definitivo verso la tomba e ricattare quel gran pezzo di merda.

 

Nel frattempo,particolare non di poco, una grave crisi di governo porta la maggioranza a sciogliersi definitivamente. Busecca è lasciato dai compari di crimine e dalle sgualdrinelle che ha sostenuto e lanciato in politica. Uno dei suoi fedeli Ricucci ha preso in mano le redini del partito e si candida come nuovo premier. I democratici si sfregano le mani dalla contentezza:nel culo a quel branco di puttanieri malassortiti!Loro hanno la carta vincente :il pubblico ministero Sanna.

Angelica non crede alle sue orecchie quando Sassi dice che in ambienti della buona borghesia capitalista e la segretaria del Partito sono favorevolissimi a un sostegno alla candidatura del marito.Quanto pare la soluzione decisa è quella di un governo tecnico che durerà poco,poi si comincerà la vera campagna elettorale.

La donna si immagina già come first lady all’amatriciana del Paese.Il marito invece è più dubbioso,deve portare avanti quel dannato processo.Affidalo a un tuo assistente,quel Benetti,dice la donna .Lui perde tempo,ancora non riesce a credere che la storia di quella sera sia finita.

 

Francesca si sente molto legata a Palmiro. Lui è il miglior amico di suo padre,e a lei manca tantissimo. Si diverte a stare con quel ragazzo,la tratta da adulta.Dopotutto ha dieci anni.Certo la sera quando le legge quel libro,il Terzo Uomo, lei non comprende proprio tutto.Però le piace,come ama andare in moto o in montagna con Palmiro.Peccato che non stia con sua madre.La quale invece ultimamente è sempre preoccupata ed assente.Continua a parlare di quel Michi,ma a Francy non piace quel uomo. Spocchioso e arrogante dietro il suo giubotto di pelle e i suoi jeans sbiaditi e stracciati.Fa un sacco di film che piacciono alla gente che non piace,ma è anche produttore tv e altro che lei non comprende.

“Mamma hai mai letto Il Terzo Uomo?Chiede la bambina

“Mai letto”Risponde assonnata la donna

“Me lo legge alla sera Palmiro è bello,almeno credo.”

“Ti annoia?”Chiede Margherita pensando ad altro

“No.Sai è molto triste perchè Rollo è convinto che il suo amico Lime sia innocente e invece è un bandito”

“Mmm…bella storia che ti legge Palmiro”

“Non lo so,ma a me piace che legga qualcosa per me”

“Si?”

“Si.Lui è buono,come Papà”

“Già”La donna si perde in antichi pensieri e remote passioni.

“Sai che mi è venuta in mente una cosa?”

“Si?Cosa?”

“C’era un uomo vicino alla macchina di papà prima dell’incidente”

“Cosa?”

“Si ho visto un uomo che era inginocchiato accanto alla macchina di papà”

“Ti sbagli”

“No”

“Bè cosa vorresti dire?”

“Niente.Ho però visto quell’uomo,lui si è accorto di me ed è scappato”

“Una coincidenza.Papà è morto perchè era troppo spericolato”

“Certo,sarà così”Risponde la bimba

 

Constantin Pavel non sa darsi pace per la morte del fratello. Sopratutto per l’infamante accusa di infanticidio e violenza sessuale. Nessuno gli dà retta e lui si sente pesantemente emarginato,isolato. Nemmeno quella famiglia Sanna ha voluto dargli una mano,la moglie aveva tentato,ma poi lo aveva lasciato di nuovo solo.

Decide che qualcosa dovrà pure fare. Lui in Italia ha costruito case,si è inserito,non ha mai fatto casini. Come lo ripaga ora la Nazione adottiva?

 

“Mi devo girare?”Dice l’ex presenzialista fisso in cerca di gloria alla casa dell’Imperatore

“Si”Risponde Palmiro

“Ma perchè fai questo?Temi che ti rubiamo la roba?”

“Girati ora”L’uomo da al disastro umano la sua bustina di droga.

“Oh,finalmente!Hey hai sentito per caso Dennis?”Chiede tutto di un tratto il ragazzo.

“Perchè?”

“No,Maurizio vorrebbe parlargli.Ha combinato qualcosa,sai magari si è preso uno dei filmati e chissà cosa cazzo..”Non finisce la frase,ha capito di aver detto troppo.

“No,non ho visto Dennis”Chiude la conversazione Palmiro.

 

“Quindi questo cazzo di storia non è ancora finita?”Chiede Cotrone allo Sfregiato.

“No”

“Dobbiamo cercare questo Dennis,quindi?”Domanda Spina

“Cazzo,oggi siete particolarmente svegli!Si,certo!”

“Merda,ma ormai noi siamo eroi nazionali.Non possiamo commettere queste cose”Ironizza l’agente Spina

“Bè,vedete di sistemare questa faccenda.Poi ci prenderemo quanto spetta”Taglia corto lo Sfregiato.

 

Per Maurizio non è difficile trovare quel coglione di Dennis.Un puttaniere eroinomane,un fallito totale.Si nasconde a casa di una ex soubrettina lesbica,che ora fa la mantenuta di una ricca donna manager.

“Cosa cazzo stai combinando?”Chiede il braccio destro vile e traditore dell’Imperatore

“Niente,qualcosa che tu hai sempre fatto”

“Non a questi livelli,però!”

“Ora hai una morale?”

“No,una percentuale:il 60 %”

“Cosa?”Urla Dennis

“Si,oppure vado dalla polizia e ti denuncio”

“Bene,racconterò a loro una bella storia .Sai su certi ricatti,una telecamera nascosta,il tuo conto corrente,i soldi nei paradisi fiscali”

Maurizio cerca di mettergli le mani addosso,ma in quel momento interviene Palmiro che mena di brutto il viscido ricattatore.

“Tu devi venire con me”Ordina l’ex sbirro.

“Cazzo,ma mi va tutto male!” Si lagna Dennis.

 

“Hai letto qui?”Domanda il commissario De Laurentiis a Bettini

“No,fammi vedere”L’ispettore prende in mano il giornale e legge l’intervista lasciata da Angelica.Una appassionata,lacrimevole,sentimentale,difesa di Nicolaij il suo giardiniere

“Cosa sta combinando?”Chiede Leonardo a De Laurentiis

“Campagna elettorale anticipata”Sorride il collega.

Nel frattempo anche gli agenti Spina e Cotrone stanno discutendo circa l’intervento della signora Sanna.

“Quello è il pubblico ministero del processo contro il nostro amico”Dice Spina

“Eh,quanto pare”

“E se fosse che quel coglione c’entri qualcosa con la macchina che ci ha disturbati durante la seppoltura del cadavere del piccolo rom?”

“No,quello!Un moralista,un rompipalle.No,il caso è chiuso.Almeno quello”

“Dici?”

“Dico”

Spina però sta già pensando a qualcosa di diabolico

 

 

“Non capisco questo tuo capriccio!Questo tuo protagonismo che ti porti a presso sin dai tempi di Lotta Continua e delle femministe”Sbotta Sanna

“Cosa c’entra ?Tu sei rimasto il solito pcista bigotto allora!Non capisci che tra poco ci saranno le elezioni?Questo interessamento potrà darci una mano”

“Una mano?In Italia?Cazzo hai difeso un assassino”

“Non lo era!”

“Ma come fai a dirlo!Come fai?Tu hai solo danneggiato la nostra campagna elettorale!Hai letto Libero?Non solo,anche il Corriere!Li hai letti?”

“Sassi dice che va bene quello che ho fatto.Sono tutti contenti…

“Di perdere,perchè così..”Sanna non finisce.Entra la cameriera e li informa che due uomini,due poliziotti vogliono parlare con lui.Sbigottito,confuso,l’uomo si reca nella stanza dove riceve gli ospiti.

“Bella casa,pubblico menestrello”Scherza l’agente Spina

“Come?”Sanna è confuso e spaventato.

“No,dico bella casa.Bella anche la sua famiglia.Vi vedo sempre in tutte le manifestazioni :per la giustizia,la democrazia.Belle cose”

“Grazie”

“Devi far assolvere Pacelli”Ordina a un tratto Cotrone

“Come?”Sanna si sente venir meno

“Liberalo,ti conviene”

“Ma io…”

“Abbiamo parlato con una ragazzina,quanti anni ha Romeo?”Domanda Cotrone a Spina

“13 anni”

“Ecco,sta africana ti ricorda molto bene.Noi abbiamo ammazzato l’uomo sbagliato,per quanto ci abbia attaccati e noi ci siamo solo difesi.Tu libera Pacelli e noi non diremo in giro che Mr Moralità è un pedofilo”conclude il poliziotto poi se ne va ridacchiando insieme al collega.

Sanna crolla sulla poltrona :l’incubo è appena cominciato.

 

Una bella giornata di sole,di quelle ventilate. Francesca con la canna in mano aspetta che il pesce abbocchi.Al suo fianco Palmiro è pensieroso.

“Dici che papà ora si trova in Paradiso?”Vuol sapere la bambina

“No,non credo al Paradiso”Taglia corto Palmiro è di mal umore

Francesca tace,mentre una lacrima scende lentamente sulla sua guancia.

Palmiro se ne accorge,dannazione a quel caratteraccio di merda che si ritrova.

“Senti,io non sono credente.Però,ecco forse mi sbaglio sai?Si,Alberto si trova in paradiso.E ti guarda.Ti vuole bene.Ci vuole bene”

“Come Martins a Lime? ”

“Si,ma con il lieto fine”

“Mi manca”

“Lo so,manca anche a me”

I due rimangono fermi e in silenzio, sperando che la natura sappia donar loro un po’ di pace.

“Quindi a guidare la macchina quella sera ,non era il romeno?Ma quello stronzo di Sanna?”Ride Lo Sfregiato

“Si ama la carne freschissima.Dovresti sentire da quella puttanella cosa ama fare e sopratutto dire!”Sghignazza Spina.

“Quindi possiamo dire a Pacelli di stare tranquillo”

“Si,possiamo”

L’incubo per Sanna è davvero orribile , i due sbirri non lo mollano un momento.Tanto le indagini per trovare Dennis sono lente,quanto il loro divertimento nel tormentare il povero uomo è perpetuo.

Appuntamenti sotto casa,telefonate,visite in tribunale,tra il pubblico delle serate sulla Morale e Giustizia che sovente l’uomo -più su spinta della moglie e del giornalista Sassi- compie in giro per l’Italia. La richiesta è sempre la stessa la scarcerazione di Pacelli.

L’imprenditore gli ride appertamente in faccia e lo dileggia pubblicamente.Si sente forte e al sicuro.Non sa che lo ammazzeranno brutalmente a coltellate evirandolo nelle doccie del carcere.

 

Al ristorante cinese Benetti parla con De Laurentiis dell’omicidio Pacelli. La tv aveva trovato un nuovo interessante caso,perdipiù univa politica e sesso.La famosa manna dal cielo.E loro,semplici spettatori .

“Cosa è successo?”Chiede lo Sfregiato ai due corrotti agenti di polizia.

“Che ne sappiamo noi.Oggi andremo da quello stronzo e gli faremo cagare sangue e la verità”Dice Spina.

“Bè,ci sarebbe la storia di quel Dennis.L’Imperatore scassa i coglioni ”

“Cazzo,tutto noi dobbiamo fare?”

“Si,Cotrone.Sistemato quel Dennis poi ci goderemo le meritate vacanze nella villa di quel vecchio di merda.”Risponde lo Sfregiato.

 

Constantin ha scoperto dove vive uno degli agenti che ha ucciso suo fratello.Lo aspetta con pazienza,assaporando la vendetta.

 

“Indovina?”Chiede allegra Margherita a Palmiro

“Cosa?”

“Forse avrò una particina nel nuovo film di Corrini.Sai il mito della sinistra italiana,film da festival e tanta arte!”

“E il film di Lo Cascio?”

“Che c’entra,quella è la grande occasione anche commerciale.Qui,torno a fare i miei piccoli film.Almeno ti potrò pagare”Taglia corto la ragazza.

“Non ti preoccupare di quello,te l’ho già detto.”Palmiro è attratto dalla foto di un uomo sul giornale nella pagina delle disgrazie cittadine

“Guarda qui”Dice rivolgendosi a Margherita

“Cosa?”

“Non è quel tizio,lo stalker?”

“Si,mi pare…Ascolta ora devo andare,ho il provino.Ciao!”

La donna esce velocemente di casa,l’uomo fissa la fotografia

 

Un suicidio.Lo stalker della nota attrice Margherita Krasic ,aveva concluso la sua vita gettandosi da un dirupo sulle montagne laziali.Almeno questo è quello che sembra.

 

Sanna si sente meglio. Certo era dovuto andar a parlare con l’avvocato Caruso,uomo di fiducia di molti criminali delle mafie.Si erano messi d’accordo.Uccidere Pacelli,ma avere anche qualche uomo fidato nel nuovo governo

Sanna con la morte nel cuore accetta.

La giovane cameriera vorrebbe che Dennis si decidesse a parlare con quel vecchio di merda .I soldi!Non possono aspettare,ma il ragazzo dice che deve parlare con il suo socio. Lei da principio è incredula,poi si incazza come una bestia .La sua rabbia è interrotta solo dall’arrivo di Spina e Cotrone che ammazzano la ragazza e prendono il ragazzo per portarlo all’interno della loro macchina e poi interrogarlo tranquillamente nel mattatoio abbandonato.

“Non avere paura!Noi eravamo a Bolzaneto.Sai che bellissima giornata?Vedrai,ti ricorderai dei nostri interrogatori!”Ridacchia Spina.

Dennis è immobilizzato dalla paura e si lascia trascinare dentro all’ex mattatoio.

I due sbirri lo legano a una sedia,mentre lentamente portano davanti al ragazzo un vassoio con sopra:cacciaviti,martello,chiodi,seghetti,pinze.

“Abbiamo il meglio del materiale per interrogatori.Prego signore con cosa dobbiamo cominciare?”Domanda Cotrone.

Poi il rumore forte di uno sparo e lo sbirro cade tenendosi con le mani il ginocchio destro.Un altro sparo e anche il ginocchio sinistro è in frantumi.Spina spaventato scappa.

Un uomo,uno sconosciuto,arriva verso Dennis.Lo libera. Il ragazzo scappa senza sapere dove andare

Cotrone è terrorizzato.

“Mi chiamo Constantin.Sono il fratello di Nicolaji.Ora ho alcune domande da farti”L’uomo prende il vassoio degli strumenti e comincia a usarli.

 

“Come?Non hai niente e hai lasciato Pasquale nelle mani di quello sconosciuto?”

“Che dovevo fare?”

“Salvare il tuo collega.Vigliacco!”

“No,non potevo.Ma con te , lo ammazzerò”

“Se non sarà lui a ucciderci prima”

Bettini telefona a De Laurentiis

“Visto che caso del cazzo abbiamo tra le palle?”

“Ci mancava solo il caso dell’ex eroe nazionale,poliziotto,torturato a morte.Vabbè,alla stampa e alla tv diciamo che è stata una feroce vendetta della mafia romena.Mica verrà fuori quel conto corrente,vero?”

“No,quando mai!Tranquillo.Non cerco guai”

“Nemmeno io ,Leo!”

Non sapendo dove andare Dennis cerca rifugio in casa di Palmiro. Con sè ha il dvd con il filmato dell’omicidio del zingarello.

“Roba che scotta se due sbirri,anzi due eroi nazionali hanno cercato di ammazzarti”Dice Palmiro

“Si,ma poi è arrivato questo Ivan Drago e ha sistemato lo sbirro più fetente.”

“Ivan Drago,era un russo?”

“No,che ne so..Sono tutti uguali”

“Sai che hanno ucciso quel romeno,no?”

“Certo,certo…”Risponde Dennis

La porta in quel momento viene abbattuta ed entra come un messaggero dell’inferno e della violenza ,l’agente Spina.

Dennis inutilmente cerca di scappare,ma cade sotto i colpi dello sbirro.

“Vieni con me. Porta il dvd”

Palmiro lo segue senza reagire,ma si …Così deve finire per lui.

Lo Sfregiato si aggiusta stancamente il nodo della cravatta.Fissa Palmiro legato alla sedia.

“Questa una volta era una caserma.Ora è un rudere,del tutto inutile.Come te”

“Tu invece cosa sei?”Chiede faticosamente Palmiro,duramanete colpito al volto.

“Un uomo stanco,ma non tanto coglione da voler morire.La vita da noi è questa.Niente altro.Apparenza,rottami delle discariche televisive,politicanti.Certo,ma mi danno da vivere.Mi fanno schifo?Si,ma collega dimmi oggi chi non lo fa?Hai sentito di quel Sanna?Fa tanto il difensore della morale e poi scopa ragazzine africane,schiave del sesso.Quindi perchè noi dovremmo avere una morale.Tu non spacci forse droga?”

” I soldi servono a Francesca,sono per lei.Avrà un futuro migliore di noi”

“Del tuo senza ombra di dubbio”Risponde lo Sfregiato,facendo un cenno a Spina

“Ormai non servi,sai?”Ghigna l’ex sbirro e guardia del corpo dell’Imperatore.

Spina si avvicina e punta la pistola alla tempia di Palmiro

“Suicidio.Capita,no?Io vado:stasera grandissima festa a casa del vecchio stronzo,è il suo compleanno 67 candelline “Ridacchia lo Sfregiato allontanandosi con il dvd in mano.

Spina è pronto per sparare.Palmiro chiude gli occhi

Bang!!!!!!!!!!!!

Lentamente l’uomo apre gli occhi.Spina giace a terra con la testa spappolata.

Il commissario De Laurentiis impugna un fucile .

“Bene,già vedo i servizi in tv:eroico poliziotto ammazza spacciatore,ma non riesce a salvare il collega.Avrà un funerale come si deve Spina,il mio socio.Decisamente non è il tuo giorno fortunato”

“Non direi”Mormora Palmiro.

“Commissario!”Un urlo selvaggio irrompe nel locale

De Lauerentiis si gira e vede l’ispettore Bettini

“Ehi Leonardo!Possiamo dividerci la gloria e i soldi.Lo Sfregiato ha un video che inchioda quel porco dell’Imperatore.Bel regalo di compleanno non credi?”

“Odio i compleanni e detesto i corrotti come te!”Bettini scarica un intero caricatore contro l’ex collega.

Slega il povero Palmiro e gli dice di andare a casa.

“Lei che farà?Dobbiamo prendere lo Sfregiato”Sostiene Palmiro

“Non ti preoccupare stanotte tutto sarà finito.Scarface e il suo mondo,il suo porco padrone.Tutto finito.O forse non proprio tutto,c’è sempre Sanna.Io sono solo un poliziotto,devo fare giustizia.Ma se la sono comprata loro,rimane solo la vendetta.”Spiega Bettini.

 

 

Constantin entra nella casa dell’Imperatore. Si ricorda di molti anni fa,era stato in quella stanza per mettere le telecamere .Idea di un suo amico istigato da quel fighetta di Maurizio il braccio destro dell’Imperatore. Pavel si sente in colpa,se non avesse accettato,se non fosse stato così avido da mettersi in affari seppure per poco con Maurizio e i suoi uomini.

Sente la voce di quelle bestie:risate false,orgasmi regalati per ottenere l’illusione di un passaggio sulle scale del paradiso mediatico.Una falsa festa di compleanno,una reale decomposizione sociale.

Silenzioso si sposta di stanza in stanza e uccide.Un colpo di pistola alla testa,come gli zombi.Come quelli che anni fa attraverso alla balla di Timisoara avevano distrutto il suo paese.Lui è un angelo della morte venuto direttamente dalla migliore scuola di repressione della polizia politica romena.Mira,spara,uccide e con calma ricarica.Ne ha tanti nei borsoni.Cade per terra la vita insulsa di vipparoli d’assalto,polvere di stelle scadute.

La festa e l’orgia prosegue sotto gli occhi libidinosi dell’Imperatore.Mentre lentamente la morte sotto le mentite spoglie di Constantin procede nel suo lavoro di recupero anime da destinare all’inferno.

“Vieni un momento in camera”Dice Lo Sfregiato strattonando via l’Imperatore intento a farsi succhiare i pollici da Maurizio e da un giovane tronista.

“Cosa vuoi?”

A spintoni l’ex sbirro porta il vecchio nella sua camera da letto

“Questo è il dvd,ho fatto diverse copie”

“Cosa?”

“Devi dar a me e al mio socio il commissario De Laurentiis ,300 mila euro al mese o questa roba finisce in tv.Sei venuto bene ,sai?”

“Ahahahaha,io non ho più nulla.Tutta apparenza anche questa ricchezza,sono al lastrico.Rovinato.”L’uomo ride istericamente.

Lo Sfregiato non avendo senso dell’umorismo lo uccide con un colpo in testa.

Constantin avanza leggiadro,talmente sono drogati e senza testa che nemmeno si accorgono di morire quei coglionazzi.Cadono,e il mondo ne è felice,anche Maurizio e il tronista d’assalto.

Il silenzio cade pesante sulla villa.Un silenzio dignitoso ,di morte e di vendetta.

“Bravo,non male per un comunista”Dice Lo Sfregiato.Ormai stanco e nauseato,leva senza farsi vedere da Constantin il caricatore dalla pistola

“Bè,vediamo cosa c’è dopo.”Esclama l’ex sbirro

Constantin lo uccide con tre colpi diretti alla testa dell’uomo che esplode in mille pezzi.

 

 

Triste e solitario epilogo.

La festa di compleanno di Francesca è la giornata più bella della vita di Palmiro.Pensa che dopotutto ha fatto bene a spacciare droga a quei falliti.Quei soldi serviranno assolutamente a quella fantastica bambina

Margherita è contenta,ha avuto la piccolissima parte,ma è stata tagliata in sala di montaggio pazienza.Michi però le ha telefonato:il film si farà.Tra due settimane partiranno le riprese.

Passano giorni magnifici,Palmiro arriva a credere che la felicità esista davvero.

Poi l’incidente:Francesca muore affogata.Era andata sul pedalò con la madre,nessuno sa come sia successo.Margherita è sconvolta dal dolore

Le tenebre cadono sulla triste e vuota esistenza di Palmiro.

 

“Te ne andrai,vero?”Dice Margherita all’ex guardia del corpo e sopratutto amico

“Si,non riesco a stare qui”

“Hai ragione.Forse dovrei rinunciare al film…”

“No,non farlo. Lo hai voluto per così tanto tempo”

I due si abbracciano cercando di non sprofondare ancora più giù

 

 

Palmiro segue in tv la premiazione al Festival di Venezia del film capolavoro di Mimmo Lo Cascio.Ci sono tutti Michi e Margherita che nonostante il dolore + raggiante:Coppa volpi

Una lacrima di gioia scende sulla guancia di Palmiro

Si alza va in cucina per bere.Distrattamente infila una mano nei pantaloni ed estrae una foto:lo stalker

 

 

“Così hai fatto ammazzare Alberto.Francy lo aveva visto,l’aveva detto più di una volta a me”Accusa Palmiro

Margherita e Michi lo guardano come se vedessero uno strano animale

“Ostacolavano la mia carriera.Alberto mi ha scoperta con lui,voleva andarsene e portare con sè francy e poi il suo passato…Come potevo fare grande cinema se ero sua moglie?E francy ,si aveva capito..Non potevo finire in prigione..”

Palmiro estrae una pistola e uccide entrambi

la Tv trasmette le immagini di giubilo e festa del popolo viola e delle anime belle:le elezioni sono state stravinte da Sanna.

Da qualche parte un noto avvocato ,amico di amici festeggia.Domani telefonerà a Mister Etica.Deve ricordargli alcune cose.

 

Fine

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: